venerdì 27 giugno 2008

ASSO DI COPPE - CAPITOLO 4

Disegno di Francesca Da Sacco; colori di Luca Bonisoli


Lucinda di Bovinara non aveva un bell’aspetto: i vestiti erano trascurati, i capelli in disordine e gli occhi arrossati. Era evidente che la signora aveva pianto.

- Madama Lucinda, voglia accettare le mie più sincere condoglianze.

- Chi è lei?

- Mi chiamo Sly Tarantola, e conoscevo suo marito per motivi professionali. Mi spiace molto per quello che è successo, stimavo profondamente Mastro Goffredo.

- La ringrazio, le sue parole sono di grande conforto per me. Mio marito era un burbero, e non sono molti quelli che hanno saputo vedere il buono che c’era in lui.

Dopo qualche altra frase di occasione la vedova congedò Sly:

- Mi perdoni, ma ora devo preparare il pranzo. Avrebbe dovuto farlo Esmeralda, la cameriera, ma non è ancora tornata dal mercato.

Sly se ne andò sollevato: la vedova sembrava sincera e non vi era motivo di pensare ad un omicidio. Forse Maia aveva sbagliato ad interpretare le carte…

- Ehi, cacciatore!

Sly si voltà sorpreso. Un ubriacone era sbucato da chissà dove e gli stava venendo incontro con andatura barcollante.

- Io ti conosco, sei quel cacciatore di taglie! Ho visto che sei andato a parlare con Lucinda di Bovinara. Si tratta di suo marito, vero? Anche tu non credi alla morte naturale, ho indovinato?

“Sembra che tutti vogliano convincermi che si tratta di un omicidio!” pensò irritato Sly, e rispose:

- Taglia corto, amico, cosa vuoi?

- Ho un’informazione interessante da darti… se sei disposto a pagarla abbastanza, si capisce!

Con un sospiro Sly allungò un po’ di quattrini al mendicante, rimuginando “Almeno così potrò dire a Maia che mi sono impegnato…”

- Allora, qual è quest’informazione?

- Lo sapevi che il vecchio quasi tutte le sere violentava la cameriera?

- Cosa?

- Sì, io dormo spesso nascosto nel loro fienile e sapevo tutto! Dovevi sentire come la picchiava! E la minacciava: ‘Stai zitta! Mia moglie non deve scoprirci!’. Povera Esmeralda, non ha nemmeno vent’anni…

- Dunque secondo te la cameriera ha ucciso Goffredo per disperazione. Perché dovrei crederti?
Il mendicante si toccò la tempia con un dito.

- Usa la testa, cacciatore! La cameriera è andata stamattina presto al mercato e non è ancora tornata. Io dico che è scappata perché ha qualcosa da nascondere!

Sly emise un lungo fischio.

Il ragionamento filava, anche se per il momento non c’erano prove. Se la cameriera non fosse tornata entro il giorno successivo, l’ipotesi dell’omicidio avrebbe preso molta più consistenza.

...continua!

4 commenti:

Andrea ha detto...

da che mondo è mondo, ogni informatore che si rispetti frequenta sempre una certa bettola ed è un gran bevitore!

Francesca Da Sacco ha detto...

questa colorazione giova molto alla piattezza dei miei disegni ^^
Bravo!!

Anonimo ha detto...

l'ubriacone e' bello!
molto molto FANTASY!
...e la storia prosegue...
Ivan

Kate ha detto...

il disegno è bellissimo!!
la storia.. beh... non ci sono parole!
ma ormai ti sarai stancato di sentirti fare i complimenti!! ^_^

p.s.
avete messo l'aria condizionata? :P