lunedì 6 febbraio 2012

KINGDOM RUSH


Oggi spendo due parole su un videogioco che in questi giorni mi sta "prendendo" tantissimo. Si chiama Kingdom Rush ed è stato sviluppato dagli Ironhide Studios in collaborazione con Armor Games.
E' un gioco fantasy del genere "tower defense": il giocatore deve disporre le sue truppe lungo un percorso per impedire che i mostri lo attraversino completamente da un lato all'altro. Se troppi mostri riescono a fuggire, game over. I mostri arrivano ad ondate successive sempre più impegnative e difficili da fermare; ogni mostro abbattuto fa guadagnare monete d'oro che possono essere spese per potenziare le torri disposte lungo il percorso, oppure costruirne di nuove. Ogni livello ha una mappa diversa, così come sono diverse le ondate di mostri da fermare.

Le truppe a disposizione del giocatore sono di quattro tipi:
- Soldati = combattono solo corpo a corpo e la loro funzione è quella di rallentare l'avanzata dei mostri in modo da permettere alle altre torri di abbatterli. Una volta potenziati al massimo possono diventare paladini (molto resistenti e in grado di curare le proprie ferite) oppure barbari (meno resistenti, ma vere e proprie "affettatrici" ambulanti).
- Arcieri = la loro funzione è quella di abbattere i nemici velocemente e da una certa distanza. Hanno un'ottima velocità di tiro, ma sono poco efficaci contro i mostri corazzati (che purtroppo sono tanti). Una volta potenziati al massimo possono diventare una sorta di "super-arcieri dei boschi", mitragliatrici di frecce avvelenate con radici degli alberi che intrappolano i nemici, oppure cecchini armati di moschetto in grado di colpire lontanissimo e abbattere i nemici con un colpo singolo.
- Maghi = utili per danneggiare con proiettili magici i mostri corazzati, hanno una velocità di tiro un po' bassa, ma sono formidabili agli alti livelli. Una volta potenziati al massimo possono diventare... ehm... "maghi viola" oppure "maghi arancioni". I primi causano danni piuttosto alti e possono lanciare una sorta di raggio della morte, nonchè teletrasportare via i nemici facendoli arretrare nel loro percorso (abilità impagabile nei livelli finali del gioco), mentre gli altri possono evocare un possente golem di pietra e trasformare i mostri in pecore (beeeeeeh!!!).
- Artiglieri = sono i classici nani che amano far esplodere le cose. Lentissimi nel colpire, costosi da potenziare e praticamente inutili all'inizio del gioco, diventano inarrestabili macchine per distruggere agli alti livelli, soprattutto quando ce ne sono due o tre vicini tra loro. Una volta potenziati al massimo possono costruire il cannone "Big Bertha" in grado di lanciare missili a ricerca e granate a frammentazione, oppure generatori Tesla in grado di lanciare fulmini che si propagano da mostro a mostro.

Durante le partite il giocatore ha anche la possibilità di schierare sul campo di battaglia alcune truppe di rinforzo oppure lanciare devastanti piogge di meteore. Inoltre in alcuni livelli sono disponibili truppe bonus (costose, ma efficaci) come gli elfi silvani, oppure un Sasquatch, oppure ancora un obelisco in grado di lanciare raggi di luce che inceneriscono i nemici sul posto.

I mostri sono estratti dal classico bestiario fantasy alla D&D (goblin, orchi, troll, lupi, gargoyle, ragni giganti, scheletri, cavalieri oscuri, demoni vari, ecc...) ed hanno caratteristiche diverse l'uno dall'altro: ci sono quelli che fungono da carne da cannone, quelli deboli ma veloci, quelli lenti ma resistentissimi, quelli volanti che non possono essere fermati dai soldati, quelli che curano o potenziano i loro compagni, quelli che colpiscono da lontano... il tutto senza dimenticare i boss finali (enormi e 50 volte più difficili da abbattere dei mostri normali).


Di questo gioco mi piace praticamente tutto, ma mi voglio soffermare su alcuni punti in particolare:
- L'aspetto grafico = è colorato, fumettoso ed estremamente stiloso. Le animazioni sono splendide e tutti i personaggi, nonostante siano minuscoli sullo schermo, sono perfettamente riconoscibili.
- Le voci = Ogni volta che si potenzia una torre, la torre risponde con una frase. Le voci sono perfette e contribuiscono tantissimo a caratterizzare i personaggi, ad esempio "Like a whisper" per gli arcieri, oppure "Let there be light!" per i paladini. Ma i miei preferiti sono di gran lunga i nani artiglieri con il cannone Big Bertha! ("Hail to the king, babe!", "Rest in pieces!", "Say hallo to my little friend!").
- Il gameplay = richiede davvero una buona dose di strategia (i livelli sono DIFFICILI!) e la conoscenza perfetta delle caratteristiche non solo di tutte le torri, ma anche di tutti i mostri. Notevole la possibilità di rigiocare ogni livello in tre modalità: "Campaign" (quella normale, condita con un po' di trama di sottofondo), "Heroic" (solo 6 ondate di mostri molto impegnativi) e "Iron" (un'unica mega-ondata di mostri da affrontare in condizioni particolari, tipo "niente soldati", oppure "solo maghi").
- L'umorismo = è la ciliegina sulla torta. dei nani ho già parlato, inoltre il gioco è pieno zeppo di citazioni dei film (es. "I see dead people", "Avada Kedavra!", "You shall not pass!" e l'immortale "Yippie kay yay motherf*****!" di Bruce Willis in Die Hard). A proposito: provate a cliccare ripetutamente sulle pecore sparse in giro per i livelli... ^__-

Ultima nota: come molti giochi sviluppati in Flash, è GRATIS. Però, se come me volete sbloccare i contenuti extra (più monete d'oro, due livelli extra e la possibilità di cambiare l'aspetto delle truppe di rinforzo, facendole diventare i personaggi di Guerre Stellari o di Street Fighter), dovrete fare uno sforzo e pagare la bellezza di... 3 dollari! (praticamente 2 euro e mezzo).
Se vi piace il genere, ne vale sicuramente la pena!


2 commenti:

Viviana B. ha detto...

A me non piacciono i videogiochi. …Di solito… Poi ci sono le eccezioni. E questa sembra proprio una di quelle. Mi piacciono i giochini in cui bisogna usare la strategia. Ultimamente sul treno mi faccio delle giocate interminabili a Angry Birds! XD

Luca Bonisoli ha detto...

^__^