mercoledì 19 gennaio 2011

LA TESTA SUL CRUSCOTTO


Come potete vedere nella colonna a destra, sono iscritto al DiegozilLab, ossia ad un corso di sceneggiatura per fumetti che Diego Cajelli (Diegozilla, appunto) nella sua magnanimità ha deciso di tenere gratuitamente ogni due settimane sulle pagine del suo blog.
Il bello è che sono tra i 150 fortunati a cui Diego corregge i compiti!
L'esercizio della quarta lezione era scrivere una storia autoconclusiva di 2000 battute su un personaggio famoso assegnatoci come "avatar".
Il mio è Steve Buscemi, attore noto ad esempio per il ruolo di Rockhound nel film Armageddon. Trattandosi di un attore, ho sfruttato la clausola secondo cui potevo basare la storia su uno dei personaggi da lui interpretati. Così ho scelto Garland Greene (nella foto qui sopra), l'eccentrico serial killer del film Con Air.
Dopo aver ricevuto la correzione di Diego (sorprendentemente minima) e apportato qualche altro lieve aggiustamento, ho pensato di pubblicare sul blog il mio raccontino. Spero vi piaccia! ^__^

A proposito: perchè ho scelto Garland Greene? Per una battuta inquietante che ha pronunciato nel film. Eccola:



"Ho attraversato tre stati con la testa di una bambina sul cruscotto"
Garland Greene (Steve Buscemi, Con Air)


La strada si perdeva all'orizzonte, dritta e rovente sotto il sole estivo dell'Arizona. In auto, per sopportare il caldo, Garland Greene faceva conversazione.

- Non è ironico, Molly? Ho ucciso la tua famiglia, ho la tua testa sul cruscotto e da quattro giorni tutto ciò che mi serve per evitare l'arresto è un semplice foglio di carta. Chissà quanto potrà durare!

Il capo reciso della bambina rimase silenzioso, appoggiato contro il parabrezza.
Greene si accarezzò i capelli rasati da poco. Certo anche il travestimento era importante, ma la vera magia era il foglio di carta. Gli era bastato quello per attraversare Texas e New Mexico con una testa mozzata in piena vista. E ora stava arrivando fino al confine con la California.

- Guarda, un altro posto di blocco! Vediamo se il foglietto magico funziona ancora!

L'assassino fermò l'auto sul lato della strada. Un corpulento poliziotto si avvicinò annoiato.

- Documenti, prego.

Greene consegnò una patente falsificata e le carte dell'auto a noleggio. Dopo un distratto controllo, lo sguardo dell'agente finalmente si posò sulla testa di Molly. La mano corse alla pistola di ordinanza.

- Ca##o! Quello cos'è?

Era il momento. Con un largo sorriso l'assassino mostrò il foglietto all'agente. L'uomo strizzò gli occhi leggendo, poi scoppiò a ridere

- Accidenti, amico! Mi hai fatto prendere un colpo, dovevi farmelo vedere subito!

Garland riprese i documenti.

- Per la California?

- Segui la Interstate 10, non puoi sbagliare! Buona fortuna, amico! Sei un artista!

Riprendendo la strada, Greene guardò ancora il foglietto magico. Era un annuncio.
Falso, naturalmente: l'aveva fatto con Photoshop al computer della famiglia trucidata. Recitava:

CERCASI ESPERTO DI EFFETTI SPECIALI
La Splatter Movies, inc. ha indetto presso la sede di Hollywood una selezione per esperti di effetti speciali per film dell'orrore...

- Sì. -concluse l'assassino tra sè- Sono davvero un artista...

14 commenti:

Fumettista Esplosivo ha detto...

ANNI FA, IO PORTAVO UNA STATUA DI MINERVA (UNO SCHIFO PRESO DA UN RIGATTIERE) NEL PORTABAGAGLI DELLA MIA AUTO E LA POLIZIA MI HA ROTTO LE PALLE NON APPENA L'HA VISTA PENSANDO CHE L'AVESSI RUBATA!

Che cavolo, proprio non c'è giustizia!

RACCONTO SEMPLICE MA BELLO!

Luca Bonisoli ha detto...

Eheheheh... a te ne capitano sempre di tutti i colori! ^__^
Grazie del complimento! ^__^

Fumettista Esplosivo ha detto...

@ Luca Bonisoli:
Vabbè, sono pure io che me le cerco, visto che stavo andando in Svizzera ed ero alla dogana!
Ma giuro che non ricordavo più di avere nel portabagagli quella muffa di statua!
Adesso che ci penso... chissà che fine ha fatto!... Non vorrei ritrovarmela tra i piedi in una situazione analoga!

Una cosa sul racconto... l'idea del falso bando per la ricerca di esperti di effetti speciali è geniale, ma dubito che nella realtà funzionerebbe davvero!
Sono convinto che la polizia non è così idiota come amano sempre dipingerla nei film americani... almeno quando il poliziotto non è protagonista o non si chiami John McClane, ovviamente!
Ecco, in quei 2 casi il poliziotto protagonista è il più sveglio di tutti e arriva a capire la situazione sempre prima degli altri!

Ergo, se al posto del tuo "corpulento poliziotto annoiato" ci fosse stato John McClane il tuo povero Garland Greene non avrebbe neppure avuto il tempo di tirare fuori il suo "foglietto"!

Luca Bonisoli ha detto...

"l'idea del falso bando per la ricerca di esperti di effetti speciali è geniale, ma dubito che nella realtà funzionerebbe davvero!"

Se per questo, spero anche che nella realtà nessuno riesca davvero ad attraversare in auto 3 stati con una testa mozzata sul cruscotto! @__@

Fumettista Esplosivo ha detto...

@ Luca Bonisoli:
Se è per quello se ne sentono di peggio!@__@!

Fumettista Esplosivo ha detto...

E comunque sì... la sindrome del fumettista mi ha contaggiato e inizio a non distinguere tra fantasia e realtà!

Massy ha detto...

davvero bel racconto

ha un non so che di S.King
bravo.

Luca Bonisoli ha detto...

Grazie! ^__^

Anonimo ha detto...

dopo un paio di giorni inizierebbe a pullulare di larve di mosca. O l'aveva imbalsamata?
Simo

Luca Bonisoli ha detto...

Qualcosa del genere.
In 2000 battute non c'era spazio per approfondire... ^__^'

sraule ha detto...

Bello!

Luca Bonisoli ha detto...

Grazie, Susanna! ^__^

il.giack ha detto...

Molto bello, splatter al punto giusto con trovata finale. Mi immagino proprio Steve Buscemi come protagonista.

il Giack - diegozillab 64

Luca Bonisoli ha detto...

Grazie! Anche il tuo racconto su Bob Dylan è molto bello!!!