venerdì 22 agosto 2008

ASSO DI COPPE - CAPITOLO 7

Ricominciamo dopo la pausa estiva con un nuovo capitolo di Asso di Coppe, seconda avventura del cacciatore di taglie Sly Tarantola. Chi non si ricorda a che punto eravamo arrivati può rileggersi i primi sei capitoli cliccando qui, senza trascurare di ammirare le illustrazioni disegnate dalla sempre bravissima Francesca Da Sacco. Per i prossimi sei capitoli, invece, alle matite troveremo l'altrettanto strepitosa Michela Da Sacco, mentre chiuderanno il ciclo le ultime sei illustrazioni ad opera della raffinata e stilosissima Manuela Soriani (andate in edicola a comprare il numero 46 di Jonathan Steele e capirete cosa voglio dire... ^__^).
Alla prossima!
Luca.

Disegno di Michela Da Sacco; colori di Luca Bonisoli


Esmeralda era scomparsa.
Non se n’era semplicemente andata: era letteralmente sparita nel nulla.

Da cacciatore di taglie esperto qual era, Sly sapeva che quando una persona parte per un viaggio lascia sempre delle tracce. Esmeralda invece si era completamente volatilizzata. Per sparire in modo così pulito la ragazza avrebbe dovuto usare una magia discretamente potente, ma ciò era impossibile, perché era troppo giovane e in ogni caso nessuna donna che conosce una magia come il teletrasporto farebbe mai la cameriera!

Dopo ore di ricerche e inutili riflessioni, Sly decise di sfruttare il potere di Ansuz, runa della Conoscenza.
Rimasto solo nella quiete della sua camera immersa nel buio, Sly evocò il potere magico della runa e formulò silenziosamente la domanda:

“Dov’è Esmeralda?”

Nella mente del cacciatore di taglie apparve nitidamente l’immagine della villa di Bovinara.

“Ok, in passato Esmeralda abitava lì, ma a me serve il presente. Dov’è Esmeralda adesso?”

L’immagine rimase per qualche istante ancora fissa sulla villa di Bovinara, poi cominciò a sfocarsi ed a tremare.

“No, ti prego, non svanire proprio ora! Devo trovare Esmeralda!”

L’immagine si fece lentamente indistinta, poi la visione ebbe termine.

- Accidenti, l’ho persa!

Questo era il motivo per cui Sly non si fidava molto delle sue visioni: a volte erano capricciose e mostravano solo il passato o uno dei futuri possibili.

“Beh, ormai è tardi. Dormiamoci su, riprenderò le ricerche domani”
...continua!


4 commenti:

Manuela Soriani ha detto...

Ma Luca!!!
*.*

Ma quanto gentile sei???

#^__^#

Comunque la storia di Sly è splendida!
Pi ci delizierai con un seguito, non è vero?
Io lo voglio assolutamente!!!!!
>.<

Luca Bonisoli ha detto...

Ehilà, quanti complimenti! #^__^#
Sei troppo buona come al solito...

Il seguito l'ho iniziato, ma per il momento è fermo perchè non riesco a risolvere una situazione in modo abbastanza interessante.
Quando mi verrà un'idea sufficientemente buona proseguirò ^__^

Ciao.
Luca.

IVAN ha detto...

ottimo!

Kate ha detto...

Welcome back!
Come sempre lavoro meraviglioso, ormai ti stancherai di sentirmelo dire!
^_^