martedì 12 febbraio 2008

E GIU' DI ARTI MARZIALI


In attesa del prossimo episodio di SpearCity (e di un'altra sorpresina carina carina che riguarda sempre SpearCity, ma che arriverà un po' più avanti ;-P) aggiorno il blog con un mio disegno dello scorso novembre riguardante una tecnica di aikido, bellissima arte marziale che ho praticato fino a poco tempo fa.
La tecnica in questione si chiama koshi-nage (pronuncia: "cosci-naghè") ed è piuttosto complessa da eseguire. Il concetto che ne sta alla base è quello di sfruttare lo slancio dell'avversario (soprattutto in un attacco dall'alto verso il basso) piegandosi sulle ginocchia ed utilizzando il koshi (la parte della schiena appena sopra l'osso sacro) come "trampolino" per proiettare l'avversario. E' una tecnica difficilmente applicabile nella realtà, almeno nella versione che ho disegnato, ma è un sacco spettacolare da vedere e assolutamente rovinosa per chi la subisce, se non è bravo a cadere! (lo so per esperienza... ^__^')

5 commenti:

katekate_77 ha detto...

wow!!
sembra interessante! devi assolutamente farmela provare!!

*prepara i cuscini*

IVAN ha detto...

wow!!
sembra interessante ma io NON la vorrei mai provare! :-)

Michela Da Sacco ha detto...

Ciao Luca, so che non c'entra con il tuo post, ma ti ho spedito diverse mail che sono rimaste senza risposta.Ti ho mandato la prima copertina da colorare: ti è arrivato qualcosa?
Fatti sentire, in caso ti rimando tutto! ^^;

Viviana B. ha detto...

Beh, Luca, secondo me quest'immagine è proprio bella!
Ho sempre trovato l'Aikido molto bello, con movimenti così armoniosi e fluidi seppur efficaci e... dolorosi! Non l'ho mai provato, ma mi attrae molto.
E, per quel che può valere la mia opinione, credo che tu sia riuscito a rendere molto bene la tecnica di proiezione. E il panico del proiettato! He! He! He! :-D

Luca Bonisoli ha detto...

Grazie, Viviana! ^__^